Sei in » Cronaca
10/03/2016 | 10:37

Ieri personale del distaccamento di polizia stradale di Maglie ha trovato in un uliveto una grossa buca dove sono stati smaltiti rifiuti speciali pericolosi e non. Sono scattati i sigilli e la denuncia a carico del proprietario del terreno.


Rifiuti interrati a Collepasso


Collepasso. Prosegue l’azione delle forze dell’ordine a tutela dell’ambiente, contro chi smaltisce illegalmente i rifiuti.

Ieri la Polizia stradale di Maglie ha accertato che presso la masseria Quagliasiero a Collepasso, alle spalle dell’ex demolizione abusiva sulla provinciale 361, al km.10, in un terreno coltivato ad oliveto, era stata scavata una grossa buca di circa 250 metri quadrati, per lo smaltimento di rifiuti speciali pericolosi e non pericolosi: si tratta di circa 600 metri cubi di rifiuti. Sul terreno erano evidenti numerose impronte di pneumatici riconducibili a pale meccaniche e a mezzi pesanti.

All’interno della buca vi erano rifiuti speciali smaltiti illegalmente costituiti da materiale proveniente da demolizione edile come cemento, piastrelle , parti di mattoni, tufo, fogli catramati, notevole materiale plastico, barattoli di olii per autovetture, pneumatici usurati, pezzi di ferro, parti di televisori, frigoriferi ed altro, il tutto mescolato  senza alcuna protezione.

In loco erano presenti anche rifiuti speciali pericolosi in notevole quantità tra lastre e contenitori in eternit. Ciò che ha preoccupato gli agenti è il probabile inquinamento delle falde acquifere e dei terreni circostanti regolarmente coltivati.

Inoltre, su un’area di circa 1100 metri quadri, nelle immediate vicinanze del terreno messo sotto osservazione, vi erano cumuli di rifiuti non pericolosi per una quantità pari a circa 700 metri cubi, con annesse impronte di pneumatici.

Personale del distaccamento polizia stradale di Maglie, della sezione polizia stradale di Lecce - squadra di polizia giudiziaria - e delle stazioni del Corpo forestale dello Stato di Gallipoli e Maglie, dopo aver contattato il p.m. di turno Massimiliano Carducci, hanno proceduto al sequestro della discarica abusiva e al deferimento all’autorità giudiziaria del proprietario dei terreni.

Ora vanno individuati i responsabili, coloro che materialmente hanno interrato i rifiuti illegalmente.




la Polizia Ŕ intervenuta a Collepasso
rifiuti speciali nella discarica di Collepasso
Autore: A cura della Redazione

0 commenti inseriti
Hai gradito l'articolo? Commentalo! |