Sei in » Turismo » Eno-Gastronomia
20/08/2016 | 10:49

Serata dedicata alla 'piccantezza' del peperoncino quella prevista per il prossimo 23 Agosto alla Masseria Sant'Eleuterio. Oltre ad un menu 'ad hoc', ci sarÓ anche modo di conoscere la storia, la diffusione e gli effetti benefici di questa pianta amata da chi mangia piccante.


La hall di Masseria Sant'Eleuterio


Collepasso. Il peperoncino. Un frutto che serve ad esaltare il gusto della pietanza servita in tavola, e non a camuffarlo. Certo, bisogna saperne dosare le quantità e, soprattutto, utilizzarlo in determinati piatti. Serve, insomma, una certa “formazione” affinché venga proposto ai commensali nel miglior modo possibile. Ebbene, a tal proposito, presso la Masseria Sant’Eleuterio – situata a Collepasso – il prossimo 23 Agosto sarà possibile conoscere ogni minimo dettaglio di questa pianta, delizia per gli amanti della cucina piccante, grazie all’evento intitolato “Degustazione Peperoncini dal Mondo”, organizzato all’interno del rinomato agriturismo salentino da “Terra Russa Passione Piccante” e “Accademia Italiana del Peperoncino Onlus”, di cui sarà anche presente una delegazione. Convivio a cura dei maestri Marcella Palese e Giuseppe De Pascali del “Club amici del peperoncino” in Terra d’Otranto. Dunque, il programma prevede prima un’introduzione su storia, provenienza e diffusione del peperoncino. Dopodiché, spazio alle informazione sulla scala di piccantezza ed una parte intitolata “Il Peperoncino…e il nostro Cervello”.

Da leccarsi i baffi il menu previsto per la serata:
  • Bollicine: pittule alla pizzaiola e olive leccine;
  • Centrotavola: bignè di verdurine, crema di burrata, dadolata di pomodorini, pucce con olive e salame dolce;
  • Bruschette capocollo e alici (Aji Amarillo);
  • Cozze gratinate (Lemon drop);
  • Taratare di tonno con cristalli di verdure (Habanero Alberto);
  • Flan di patate e ricotta (Fatilii Yellow);
  • Caciocavallo di Grotta – Pimento Africano (il Maschile);
  • Focaccia rossa – Naga Morich (il Femminile);
  • Meditazione con Trindat Mogura Scorpion;
  • Orecchiette con polpettine, carboncelli e peperoncino (Tabasco/Black Stinger);
  • Crostata con moscardina dolce (Habanero Red);
  • Elisir Africano, Vino Rosato/Rosso Tacco di Bacco
E tutto ciò a soli venticinque euro a persona (gradita la prenotazione al numero 0833 1808041). Ennesima manifestazione eno-gastronomica dentro l’elegante struttura di Via E. De Nicola che, ne siamo certi, sarà un successo. Proprio come quello ottenuto in occasione della degustazione tematica di vini rosati avvenuta lo scorso 8 Agosto, più altre sfiziosità tratte dal libro “Ricette e racconti di un cuoco gentiluomo” di Federico Fuortes.




Masseria Sant'Eleuterio
Il patio di Masseria Sant'Eleuterio
Le camere di Masseria Sant'Eleuterio aspettano solo voi
Degustazione enogastronomica alla Masseria Sant'Eleuterio
Serata di degustazione alla Masseria Sant'Eleuterio
Il vino Rosato protagonista in Masseria
Autore: A cura della Redazione

0 commenti inseriti
Hai gradito l'articolo? Commentalo! |